Come operare nel Mercato Valutario (ForEx)

di Andrea Unger

Vuoi più aiuto? Prenota oggi la tua consulenza GRATUITA con il nostro team!

Definiremo una strategia che ti permetterà di avere tutto quello che ti serve per guadagnare costruendo e operando il tuo portafoglio di strategie automatizzate... Rispondi a qualche domanda nel nostro questionario e poi scegli giorno e ora più adatti a te.

PRENOTA ORA LA TUA CONSULENZA STRATEGICA >>

Ciao ragazzi, ciao da Andrea Unger! Oggi parleremo del mercato valutario, in cui, come sapete, è possibile scegliere se lavorare sui Futures valutari o sul mercato Forex.

Trascrizione

Il mercato valutario ci consente di scegliere se operare sui futures oppure sul Forex. Come saprete, questa non è sicuramente una scelta semplice. A chi dispone, a livello di trading, di capitali non elevati conviene orientarsi sul Forex, e questo perché la scalabilità al ribasso con mini-lotti e micro-lotti consente di adeguarsi al livello di capitale messo a disposizione.

Un possibile svantaggio è che i mercati del Forex sono mercati non regolamentati. Per questo motivo, è possibile che alcuni trader non si sentano a proprio agio e che preferiscano magari rivolgersi ad un mercato sui futures, che invece è ufficiale.

Per quanto riguarda il mercato valutario, abbiamo diversi future valutari, tra cui i più importanti sono, a mio parere, Euro-Dollaro, British Pound Future, Japanese Yen Future, Australian Dollar, Dollaro Neozelandese, Swiss Franc e Mexican Peso. Già con questi c’è molto da lavorare.

A livello di trading sistematico, quindi dal punto di vista della costruzione di trading system, l’Euro-Dollaro e il British Pound sono sicuramente i mercati più semplici da trattare, anche se negli anni le loro caratteristiche di tradabilità e risposta ai vari modelli e via dicendo si sono logorate molto.

Questi due mercati lavorano bene sia in trend che contro trend. Inoltre, è possibile sfruttare determinati bias per sviluppare diversi sistemi.

Per quanto riguarda lo stop loss, vanno bene i classici 100 pip del Forex, che per i futures corrispondono a 100 tick. Valori intorno a questo stop sono utilizzabili per diversi tipi di strategia sia intraday che overnight, quindi l’ordine di grandezza è quello.

Lo Yen Giapponese è un po’ più difficile, anche se offre delle belle opportunità. Infatti, ogni tanto fa delle gran “cavalcate”, quindi se uno si trova nel posto giusto al momento giusto riesce a fare un bel gain. Questo mercato risponde meglio a strategie contro-trend rispetto ai due precedenti, ma ricordate che lavorarci potrebbe non essere particolarmente semplice. Tra l’altro, il future sullo Yen è reciproco del Forex US Dollar–Japanese Yen che noi abitualmente conosciamo.

Il future sul Dollaro Australiano è diventato sufficientemente liquido negli anni e risponde bene, principalmente, ad approcci trend-following. Anche il Dollaro Neozelandese, avente anch’esso una liquidità accettabile, pur non essendo liquidissimo, funziona abbastanza bene con approcci trend-following. Ricordate però che si tratta di un future un po’ più nervoso rispetto al Dollaro Australiano.

Lo Swiss Franc risponde bene ad approcci contro-trend e trend-following. Oggi è diventato più interessante, in quanto si è staccato quasi completamente dall’Euro-Dollaro, non essendovi più il livello di blocco imposto in passato dalla banca svizzera. Questo mercato potrebbe quindi costituire una valida alternativa all’Euro-Dollaro.

Infine, abbiamo il Mexican Peso, che ho inserito in questo breve articolo più che altro per completezza. Trovare strategie sul Mexican Peso non è molto semplice; infatti, pur trattandosi di un mercato abbastanza liquido, esso si muove in maniera un po’ strana, quindi sviluppare dei modelli su di esso potrebbe rivelarsi più difficile del previsto.

Pur trattandosi di una lista abbastanza lunga, la gamma dei futures valutari è in effetti abbastanza ridotta rispetto al Forex. Nel mercato Forex, infatti, ci sono molte più coppie valutarie e incroci interessanti, come per esempio l’Euro-Yen (in effetti dovrebbe esistere anche il future sull’Euro-Yen, ma mi sembra che i volumi non siano accettabili).

Nel mercato valutario Forex è quindi possibile lavorare su incroci più interessanti e sufficientemente liquidi, perché il Forex è sempre molto liquido, ed esplorare diversi tipi di strategia.

Come sottolineo spesso, il Forex presenta il grande vantaggio dell’estrema scalabilità. Dall’altro lato, però, presenta anche uno svantaggio importante, ed è che si tratta di un mercato non regolamentato. Questo può creare dei problemi, se non si ha l’accortezza di affidarsi ad un broker che sia provatamente serio nei momenti di difficoltà. Per questa ragione, è importante che la scelta del broker non sia basata soltanto sulle offerte migliori in termini di bonus e costi.

Concludendo, anche i mercati valutari sono sicuramente importanti per ottenere una maggiore diversificazione.

Per oggi è tutto, alla prossima!

Ciao da Andrea Unger!

Vuoi più aiuto? Prenota oggi la tua consulenza GRATUITA con il nostro team!

Definiremo una strategia che ti permetterà di avere tutto quello che ti serve per guadagnare costruendo e operando il tuo portafoglio di strategie automatizzate... Rispondi a qualche domanda nel nostro questionario e poi scegli giorno e ora più adatti a te.

PRENOTA ORA LA TUA CONSULENZA STRATEGICA >>

Andrea Unger

Ciao, sono Andrea Unger, Trader professionista dal 2001 e unico a vincere per ben 4 volte il Campionato del Mondo di Trading con denaro reale.

Grazie a questi risultati sono spesso invitato come relatore in convegni in Europa, Stati Uniti e Asia. 

Sono inoltre autore di diversi libri, tra cui il primo in Italiano sulla Gestione del Rischio nel Trading, tradotto anche in Cinese e Inglese.

Metto a disposizione decenni di esperienza, di prove, di vittorie e sconfitte con le quali ho ideato un metodo scientifico, sistematico, replicabile e universale con cui, in soli 4 anni, più di 1.000 trader sono riusciti a rendersi autonomi.

Devi sapere infatti che gli studi dimostrano che solo il 25% dei trader guadagna, ma di questi ben il 90% lo fa con il trading sistematico...

Come mai allora i formatori insegnano quasi sempre solo il trading discrezionale? 

Non ti insegno a diventare ricco in poco tempo, ti insegno una professione che, con il duro lavoro, la passione, e sufficienti capitali potrebbe diventare la tua principale fonte di reddito.