Mercati: Azioni, Bond e Energetici in rialzo, Soft Commodity e Cereali in Calo

by Francesco Placci | The Trading Show

Vuoi più aiuto? Prenota oggi la tua consulenza GRATUITA con il nostro team!

Definiremo una strategia che ti permetterà di avere tutto quello che ti serve per guadagnare costruendo e operando il tuo portafoglio di strategie automatizzate... Rispondi a qualche domanda nel nostro questionario e poi scegli giorno e ora più adatti a te.

PRENOTA ORA LA TUA CONSULENZA STRATEGICA >>

È stata una settimana abbastanza positiva sia per gli indici azionari che per quelli obbligazionari. Le performance migliori si sono viste in particolare sul mercato europeo, dove osserviamo rendimenti a cinque giorni decisamente migliori rispetto a quelli degli indici americani.

In rialzo anche il comparto energetico, trainato dalla benzina e dall'Heating Oil, e il Bitcoin, che sembra aver finalmente ritrovato un po' di forza nonostante il recente calo di volatilità.

Vuoi saperne di più su come si stanno muovendo i mercati e sull'andamento della volatilità? Allora non perderti la nostra panoramica settimanale!

Buona visione!

Trascrizione

Ciao ragazzi e ben trovati. Io sono Francesco Placci e oggi, come al solito nei fine settimana, parliamo di mercati per capire cosa è successo di interessante in settimana.

Direi settimana abbastanza positiva per i mercati, soprattutto per gli indici azionari europei, che vedete guadagnano oltre il 3%.

Il 3,40% l'Eurostoxx. Il 3,40% anche il Dax. Quindi buon andamento per gli indici europei.

Buono anche per il Mini SP 500,, che al momento si attesta a un 2% di guadagno.

Leggermente negativo in questo momento il Nasdaq, che tra tutti gli indici sicuramente è quello che ultimamente, vediamo i rendimenti a un mese, è il più debole.

Contestualmente a questo rialzo dei mercati abbiamo visto anche un rialzo dei bond, cosa che non è frequente.

In particolare vediamo il T-Bond che guadagna un 2,20%.

E anche in questo caso l'obbligazionario europeo fa meglio dell'obbligazionario americano.

In particolare il decennale tedesco, il Bund, guadagna un 2,58% contro un decennale americano che guadagna solo l'1,26%.

Passando al mercato dell'energia, abbiamo un +10% della benzina, che sicuramente tra i derivati del petrolio è quello che sta mostrando le performance più interessanti.

Anche l'Heating Oil comunque vi faccio notare un più 9%. Più 30% a un mese.

Un pochino più indietro invece il petrolio.

Il Natural Gas invece sappiamo che è sceso tanto nelle ultime settimane, nelle ultime tre-quattro settimane. Questa settimana segna invece un più 4%.

Passando al settore dei metalli, vediamo rendimenti non particolarmente degni di nota.

Sicuramente tra i metalli che stanno salendo di più abbiamo il platino.

Rimane tuttavia ancora debole l'oro, che questa settimana perde uno 0,44% e ha un andamento più tipicamente ribassista.

Tra le carni abbiamo il Lean Hogs, che perde un 3,70%.

Era comunque salito abbastanza nelle settimane precedenti.

Nient'altro da segnalare su questo mercato.

Passando invece alle soft commodity abbiamo diversi segni rossi.

In particolare vi faccio vedere il caffè, che perde un 7,5% quasi questa settimana, in netto trend ribassista.

Così come il cotone che perde un 7,32%.

Continua invece a salire il succo d'arancia che ha rotto ulteriormente i massimi di questa settimana, seppure con un guadagno di un +2,95% soltanto.

Per quanto riguarda il mercato delle granaglie, abbiamo solo rendimenti negativi.

Chi perde di più è il grano, che si trova bene o male a livelli pre-crisi, pre-guerra.

E invece per quanto riguarda le valute è interessante notare l'andamento del British Pound, che recupera un 2,58% anche questa settimana contro il dollaro.

Si era parlato molto del suo calo ma in pochi si stanno occupando del notevole rimbalzo che sta facendo vedere nel corso dell'ultimo mese.

Guadagna anche l'euro-dollaro, che al momento segna un 1,28% di incremento questa settimana e si attesta in questo momento intorno alla parità, a 1,0015.

Qualche segno di vita lo dà anche il Bitcoin, +7% negli ultimi cinque giorni.

Con, come potete vedere, una volatilità in nettissimo calo rispetto al suo andamento storico.

Proprio perché, come sappiamo, è da diversi mesi che sta lateralizzando in questo range, in questo trading range.

Dando un'occhiata alla volatilità soprattutto degli indici azionari, notiamo una volatilità in calo nel breve ma anche nel lungo periodo soprattutto per gli indici europei.

Rimane tuttavia più alta la volatilità di medio-lungo periodo per gli indici americani.

Diamo anche uno sguardo alla struttura a termine della volatilità implicita attraverso i Volatility Index sull'SPX.

Siamo in contango, ok? Non pieno perché abbiamo la volatilità a nove giorni che ha valori più alti rispetto al Vix a un mese però sostanzialmente siamo in una situazione di contango.

Una volatilità comunque che rimane abbastanza elevata rispetto a due-tre mesi fa.

Però se guardiamo più su un arco... su un arco temporale più lungo, ci troviamo ad un valore più o meno mediano del Vix rispetto al range che parte da marzo sino ad oggi.

Quindi al momento non sembra esserci una particolare preoccupazione degli operatori circa il futuro andamento degli indici azionari.

Passiamo ora al calendario dei rollover.

Vi anticipo subito che la prossima settimana non ci sarà alcun rollover da effettuare ma vi riporto comunque i primi per scadenza.

Abbiamo come primo rollover il future sul cacao, l'8 novembre.

A seguire il 9 novembre il Vix.

E infine il 10 novembre il Caffè.

Bene ragazzi, prima di lasciarvi vi voglio dare un suggerimento. Se siete interessati al trading sistematico, date un'occhiata al link che trovate in descrizione.

Attraverso questo link potrete partecipare ad una presentazione gratuita di Andrea Unger che vi introdurrà al suo metodo di trading, il Metodo Unger, che gli ha consentito di vincere per ben quattro volte il Campionato mondiale di trading con denaro reale.

Potrete inoltre ottenere, coprendo solamente le spese di spedizione, il best seller "Il metodo Unger", oppure prenotarvi per una consulenza strategica gratuita con uno dei nostri tutor.

Bene ragazzi, per oggi è veramente tutto.

Vi ricordo di iscrivervi al nostro canale, attivare la campanellina, e lasciare un bel like a questo video se vi è piaciuto.

E vi do appuntamento alla prossima settimana.

Vuoi più aiuto? Prenota oggi la tua consulenza GRATUITA con il nostro team!

Definiremo una strategia che ti permetterà di avere tutto quello che ti serve per guadagnare costruendo e operando il tuo portafoglio di strategie automatizzate... Rispondi a qualche domanda nel nostro questionario e poi scegli giorno e ora più adatti a te.

PRENOTA ORA LA TUA CONSULENZA STRATEGICA >>
Francesco Placci

Francesco Placci

Ciao sono Francesco Placci, trader  professionista dal 2005 grazie all'approccio sistematico ai mercati. 

Le mie competenze spaziano dal trading sui future su indici ai bond, dalle azioni alle commodity, con un focus particolare sulla volatilità e sulle opzioni, che ritengo essere tra gli strumenti più versatili e affascinanti a disposizione di noi trader.

Dopo un'esperienza presso primari istituti di credito italiani, in cui ho appreso le basi della finanza istituzionale, ho intrapreso con successo e soddisfazione personale la carriera di trader indipendente.

Fondatore di Algoritmica.pro, dal 2019 entro a far parte di Unger Academy come responsabile della ricerca e sviluppo.