Il trading è una truffa? Con Debora Rosciani di Radio24

di Andrea Unger

Vuoi più aiuto? Prenota oggi la tua consulenza GRATUITA con il nostro team!

Definiremo una strategia che ti permetterà di avere tutto quello che ti serve per guadagnare costruendo e operando il tuo portafoglio di strategie automatizzate... Rispondi a qualche domanda nel nostro questionario e poi scegli giorno e ora più adatti a te.

PRENOTA ORA LA TUA CONSULENZA STRATEGICA >>

Il mondo del trading è spesso oggetto di percezioni distorte che confondono le idee e ci impediscono di capire in cosa consista realmente questa attività.

In questa intervista con Debora Rosciani, giornalista di Radio24 (gruppo Sole 24 Ore), Andrea si sofferma sulla convinzione di molte persone che tutto il trading sia una truffa.

Purtroppo sappiamo che le truffe sono molto diffuse nel mondo del trading. È vero però che esistono anche molti fornitori di servizi e formatori onesti e affidabili. Tutto sta a saperli riconoscere evitando truffatori e venditori di fumo.

In questa intervista, Andrea e Debora spiegano:

- perché ci sono così tante truffe nel trading

- come funzionano alcune delle truffe legate al trading più comuni

- come riconoscerle ed evitarle

Buona visione 😎

Trascrizione

DEBORA

Il trading è una truffa? Ne parliamo con Andrea Unger, 4 volte campione del mondo di trading.

Ben trovati! Ci ritroviamo oggi su questo palco, digitale naturalmente, per parlare di trading. Lo scopo di questa conversazione, che faremo con il protagonista ovviamente di oggi, qual è? Quello di portare l'ascoltatore dai falsi miti sul trading verso il cosiddetto metodo sistematico.

Che cosa si chiedono le persone che per la prima volta si approcciano al mondo del trading? Cioè che cosa si chiedono i neofiti?

Si fanno tante domande. Per esempio, è vero che fare trading significa fare operazioni rischiose e speculative? E ancora, il trading è solo per operatori scaltri capaci di tollerare anche un rischio molto alto? E ancora, operare nel settore del trading significa sedersi davanti ad una piattaforma e fare decine e decine di operazioni al minuto?

In realtà questi sono pregiudizi e informazioni distorte che, tra l'altro, spesso inducono molte persone ad affidarsi, per fare operazioni di trading, a soggetti poco professionali fino a truffatori veri e propri.

Come per tutti gli ambiti professionali tutto dipende naturalmente dalla qualità dell'approccio. Oggi entreremo nel merito del metodo sistematico, un metodo che consente di fare delle valutazioni a priori, a monte. Operazioni che essendo effettuate con questo criterio consentono di definire il rischio sopportabile prima di entrare nel mercato, prima di andare a mercato. 

Il problema è: perché dobbiamo fare questo lavoro? Perché dobbiamo utilizzare questo approccio? Perché, come dicevamo prima, il trading viene percepito dalla massa generalmente in due modi: truffa o modo semplice e veloce per guadagnare, e non è vera invece nessuna delle due interpretazioni.

Gli strumenti per muoversi con professionalità in questo campo, rimuovendo le informazioni sbagliate o distorte che spesso lo condizionano, ce le facciamo fornire, ve lo anticipavo prima, da Andrea Unger, l'unico ad aver vinto 4 volte il Campionato del Mondo di Trading nella categoria Futures. Andrea, ben ritrovato.

ANDREA

Grazie Debora, ben ritrovata anche a te e buongiorno a tutti.

DEBORA

Allora, come dicevamo adesso scandaglieremo uno ad uno i falsi miti del mondo del trading. Direi di entrare subito a gamba tesa nel primo, che possiamo dire forse è quello tra i più importanti, perché provoca generalmente anche molti danni e molte vittime dei mercati finanziari, quando invece sappiamo che il mercato finanziario è un mondo ricco di opportunità.

Trading uguale scam, cioè uguale truffa. Perché, secondo te e secondo anche la tua esperienza, visto che probabilmente di persone che vogliono approcciarsi a questo mondo ne hai incontrate e ne incontri tantissime, perché le persone spesso pensano che il trading sia una truffa?

ANDREA

Perché spesso lo è purtroppo. Io vedo quello che ci circonda, e tutto parte fondamentalmente dall'avidità (che suona male) o dall'illusione (che suona un po' meglio) di tante persone. L'illusione di trovare una soluzione a tanti problemi finanziari, e l'illusione che qualcuno sappia come si fanno i soldi facili in Borsa in questo caso.

Partendo da questa illusione, si fa leva sulla voglia di essere parte del gioco e quindi sulla faciloneria con cui molti si affidano al guru di turno. Guru che non è neanche tale, perché la truffa più classica che c'è oggi è la classica telefonata a casa dove ti fanno qualche domanda di circostanza: hai mai lavorato in Borsa? Conosci i mercati? Conosci il petrolio? Cose del genere. E poi ti propongono l'apertura di un conto con un broker, a volte dicono anche regolamentato, ma questo non è neanche poi tanto importante. Un broker non meglio identificato, dicendo che poi non c'è da preoccuparsi perché saremo affiancati a un consulente che ci seguirà e ci dirà tutto quello che serve per fare le operazioni che vogliamo fare. In genere la gente si fida, magari vengono prospettati guadagni anche notevoli a parole, e comincia quindi a operare seguendo le indicazioni di questo consulente. 

Spesso fanno vedere delle cose poi mascherate, nel senso che se ci sono alcune posizioni in guadagno e altre in perdita loro pongono l'accento sulle posizioni in guadagno dicendo "vedi qua, tu..." e si crea l'illusione di aver guadagnato qualcosa.

Se le cose vanno molto bene propongono di versare altri soldi, in modo da poter fare sul serio, dicono, in qualche maniera. Se le cose vanno male dicono che già sanno come recuperare ma ci vogliono altri soldi. Insomma, in definitiva vogliono che vengano versati altri soldi. E questo in genere di più e di più.

Per capire se queste persone sono serie o meno sarebbe da fare un test semplicissimo. Che poi so già come va a finire. Qualunque sia il risultato, dirgli di voler ritirare parte o tutto il capitale per motivi personali, qualunque essi siano. State pur certi che i soldi non torneranno indietro, con tremila scuse.

Un'altra... Proprio legata a quest'ultima richiesta spesso c'è la truffa sulla truffa, dove affermano che "Sì, i soldi te li mando però devi pagare le tasse, perché tu hai guadagnato. E noi facciamo da sostituto d'imposta nel Regno Unito (non si sa bene) dove paghi la metà delle tasse che pagheresti in Italia. Quindi se tu paghi quelle tasse qua da noi, poi ti mandiamo il netto. Le tasse vanno pagate e lo sai bene, di qua di là..."

E la gente ci crede, ci vuole credere. Perché dice "i soldi me li rimandano, basta che pago le tasse". Ovviamente però le tasse non vengono prelevate da quel capitale che è sul conto ma bisogna fare un extra bonifico a questi personaggi e poi spariscono di solito, una volta fatto questo ennesimo passo falso.

E quindi cosa succede? Che di fatto la gente si affida a degli interlocutori sconosciuti fino a 5 minuti prima. Sono peggio del gatto e della volpe, perché uno è portato a fidarsi di qualcuno solo per l'illusione che questo qualcuno lo farà guadagnare portandolo all'interno di un ambiente fatato dove si sa cosa fare, contrariamente a noi poveri cristi che non sappiamo come muoverci.

Ed è molto triste, perché ho visto persone anche di cultura... Non pensiamo che magari ci casca lo sprovveduto che non ha avuto modo di studiare e di crearsi un'educazione ad alto livello. No, ci sono anche laureati in discipline di un certo peso che cascano in queste trappole. Quindi non è né ignoranza né stupidità, è soltanto proprio il farsi trascinare dalle belle parole di questi imbonitori. 

Chiamano anche me ogni tanto. Io mi ci diverto un po'. Faccio finta di non sapere niente, poi faccio io delle domande e poi, alla fine, si viene... Quando la domanda mia si fa troppo... "Eh no, ma questo è a pagamento quindi dovresti..."

Adesso c'è una nuova truffa dove vendono la formazione, perché dicono che siccome ci sono molti imbrogli vogliono fare formazione perché questi imbrogli vadano via e quindi ti propongono... E dopo due domande si capisce che questi ne sanno meno di Pinocchio sulla Borsa insomma, però è così.

Quindi la maggior parte sono questi. Nel senso che noi veniamo bombardati da questi personaggi che ci propongono di farci arricchire, ed essendo bombardati va a finire che chiaramente chiunque faccia una qualsiasi promozione di materiale legato all'educazione finanziaria venga etichettato come truffatore.

Io non biasimo chi lo fa, anche fermandosi magari soltanto al titolo. Perché di fatto siamo talmente sommersi da tutto questo che diventa normale non fidarsi più di nessuno. E si finisce per non capire chi invece effettivamente sa quello che sta dicendo e chi invece è lì per truffare una volta in più.

E poi molti hanno anche l'atteggiamento del più furbo del mondo che scopre il truffatore prima ancora che ci sia la truffa. Vabbè questo è un altro discorso. Sto parlando dei social chiaramente.

Per cui truffa? No, non è per forza una truffa però purtroppo la maggior parte di quello che si trova a disposizione è una truffa.

A questo punto la domanda sarebbe, anticipo il tuo lavoro, scusami: "Ma come faccio a riconoscere una truffa allora?" 

Di solito il modo più semplice è capire quali aspettative vengono proposte dall'offerta che ci viene fatta. Se le aspettative sono non realistiche è chiaro che stanno cercando di indorare la pillola in qualche maniera. Se promettono guadagni mensili del 10%, magari a qualcuno può sembrare poco, ma vi assicuro che se qualcuno vi proponesse guadagni del 10% è bene scappare a gambe levate.

Non sto dicendo che sia impossibile. Sto dicendo che nessuno può venirveli a proporre, perché se fate quattro conti vi rendete conto che gli converrebbe chiudersi in una stanza e fare solo quello invece di perdere tempo a telefonare agli altri. Ma lasciando perdere questo... Il 10% al mese è alto, è troppo alto. Non ci si può basare su una promessa del genere. E anche se fanno riferimento ad avvenimenti storici reali, guadagni col Bitcoin per esempio, e c'è qualcuno che effettivamente è diventato miliardario col Bitcoin. Ecco, ma è diventato, non è che lo diventerà. Quindi voglio dire che sul passato siamo tutti bravissimi ma sul futuro qualche difficoltà in più c'è, per cui prendere come riferimento avvenimenti passati che sono probabilmente frutto più della fortuna o del caso che di una reale applicazione con dedizione alla materia è ovviamente un classico amo per pescare il prossimo malcapitato.

DEBORA

Andrea, facciamo subito un punto di sintesi allora rispetto a tutte le cose che ci hai già detto. Intanto il tema del rendimento promesso. Come dice un mio collega del Sole 24 Ore, se quello che ti dicono è troppo bello per essere vero è perché probabilmente non è vero. E questo intanto è il primo punto da tenere a mente quando ci arriva un'offerta con delle prospettive di rendimento assolutamente stratosferiche e che reputiamo appunto molto interessanti.

Magari guardarsi anche un po' intorno e cercare di capire tutti gli strumenti di investimento che tipo di rendimento hanno, perché se quello proposto è totalmente distaccato dalla generalità del mercato e dalla media delle soluzioni di investimento, anche questo è un test che secondo me deve essere interessante.

Tu parlavi prima delle varie tipologie di truffa nelle quali si può incappare. Te ne racconto anche un'altra che mi è capitato di gestire fra gli ascoltatori di Radio 24. Persone truffate e già vittime di questi sedicenti broker finanziari, che generalmente ovviamente come dicevi tu chiamano da Londra, quindi la piazza finanziaria più nota al mondo, e si spacciano per avvocati che chiedono altri soldi per poter gestire il contenzioso con i broker finanziari che hanno truffato. E sono invece generalmente la stessa rete...

ANDREA

È capitato a una persona che ha avuto un contatto con questi e purtroppo ovviamente... Sono i cugini dei truffatori di prima, se non loro stessi mascherati.

Anche un'altra cosa: spesso questi truffatori inviano anche dei documenti in PDF che hanno loghi di ogni genere. FCA, CME, Borsa... Tutti i loghi del mondo su uno stesso documento che dovrebbe essere uno statement o qualcosaltro e che non hanno motivo di essere su quel documento. Perché un conto è se mando la mia brochure dove mi presento. Allora ovviamente metterò tutti i loghi di tutte le entità con cui ho avuto a che fare. Ma su uno statement di un broker borsistico non ha senso. Basta il proprio logo, il proprio indirizzo e il proprio riferimento.

Non ha senso mettere altre cose. E ovviamente mettono tutti questi stemmi per far sembrare che la cosa sia più legale possibile, perché qualcuno ha detto agli italiani che se non sono regolamentati con la Consob, attenti che se non sono con FCA, attenti che... E loro aggiungono tutti questi timbri in maniera da sembrare effettivamente in linea con tutte le direttive e ovviamente anche quello fa parte di tutta la truffa.

DEBORA

Ci metto un ultimo caso molto sofisticato e, se vogliamo, ancora più subdolo che è quello dello schema Ponzi, Andrea. Cioè magari per rendersi ancora più credibili agli occhi delle malcapitate vittime, possono magari in una prima fase anche accontentarti se tu chiedi il riscatto di una parte dell'investimento, proprio perché magari utilizzano una parte del denaro di coloro che entrano come nuovi in questo gruppo di potenziali trader. Quindi come dire "Come vedi io sono bravo". Dopodiché quando le richieste di riscatto invece si accumulano, ecco che invece i riscatti si arrestano e i personaggi spariscono.

ANDREA

Non solo. Addirittura facendomi guadagnare fanno di me un promotore della loro attività. Perché io innocente vedo che guadagno e lo dico ad amici e parenti. Di me si fidano e dico "io ho guadagnato, guada qua, mi hanno dato i soldi". E quindi poi magari uno contento ne attira 10 nella rete e dopo spariscono con i dieci e anche il primo che magari, nel frattempo, come dici te, chiede qualcosa di più e spariscono anche lì.

Sì, anche questo ovviamente è uno schema classico, lo schema Ponzi che era già noto ai tempi. Non serviva Internet però è lo stesso schema. Fanno contento uno...

DEBORA

Intramontabile. Un modello intramontabile a quanto pare. Comunque insomma abbiamo dato tante raccomandazioni per muoverci con prudenza soprattutto nei confronti di chi ci chiama.

Ecco, poi un'altra cosa davvero incredibile è come le persone con grande leggerezza e facilità eseguano dei bonifici anche per importi importanti dando del denaro a persone che si presentano solo al telefono. Già un consulente finanziario non deve prendere del denaro materialmente da parte di un cliente, così come penso che ovviamente per chi opera con i tuoi sistemi, Andrea, assolutamente tu non veda del denaro materiale circolare.

ANDREA

Io insegno come costruire sistemi e poi ciascuno fa quello che vuole. Mi è capitato però parecchie volte, nel corso della mia carriera, di essere contattato da persone che volevano affidarmi i loro soldi in gestione. Ma anche conoscenti vicini che volevano in qualche maniera... "Ti do questo..." E dico "No, non si può. E anzi, se qualcun altro te lo proponesse sappi che è proibito. Non si può e non è assolutamente lecito."

Poi per certi versi è anche assurdo. Mi ricordo una mail, dopo che vinsi il primo dei campionati che ho vinto, in cui mi scrissero: "Se io ti mando un milione, tu sei capace dopo un anno di trasformarlo in quattro e dopo due anni di trasformarlo in 16?" Dissi: "No, io non sono capace e se qualcuno dicesse che lo è denuncialo al primo posto di polizia perché ti sta fregando quel milione." 

Purtroppo sì, la gestione abusiva è diffusissima e va sempre tutto bene finché va bene. Perché ovviamente anche il "cliente", chiamiamolo così, finché è contento di quello che sta succedendo fa anche pubblicità magari, e non sempre si tratta di truffa come quelle che abbiamo menzionato prima, ma proprio il fatto che io gestisca abusivamente i soldi di qualcun altro sarebbe una truffa.

Poi però, ed è inevitabile, questo lo dico proprio anche per quelli che magari si sentono prospettare guadagni fissi e via dicendo: nel trading ci sono dei periodi in cui si perde. Si perde e si può perdere anche tanto. Periodi che poi passano se uno è ben strutturato, però quei periodi ci sono e possono essere anche prolungati.

Per cui quando arrivano quei periodi, il malcapitato che ha affidato i soldi a un gestore abusivo comincia a dar fuori di matto, e lì succedono poi i problemi, fino magari a scattare la denuncia del malcapitato e poi viene fuori un sistema a cascata che fa cadere tutto il castello di carte che c'è dietro.

DEBORA

Tra l'altro molto spesso questa operatori...

ANDREA

È abusiva e non deve essere fatta. Punto.

DEBORA

Tra l'altro molto spesso questi operatori utilizzano anche delle donne, delle ragazze per essere... Addirittura pensando di essere anche più affascinanti nel comunicare certi messaggi, quindi c'è anche tutto questo scenario di contorno che lo rende ancora più sgradevole.

ANDREA

Anche noi abbiamo un volto femminile all'interno dell'Academy che spesso è pubblico, ed è anche una ragazza sicuramente carina. Non vorrei che dopo uno... "Ah vedi, allora è proprio lui che..."

Comunque è vero, rendono il tutto più appetibile perché l'universo femminile è giudicato magari più innocente tra gli squali finanziari, e quindi adescano maggiormente le vittime in questa maniera. Questo è vero.

DEBORA

E infatti. Insomma allora fate attenzione. Io tra l'altro vorrei anche rilasciare un messaggio che forse ho anche dato in una puntata precedente, Andrea, delle conversazioni con te. Se avete un dubbio rispetto al broker che vi sta telefonando in quel momento, fatevi dare il nome nello specifico e magari segnalatelo alla Consob. E la Consob, l'autorità che vigila sui mercati finanziari, non fa che oscurare continuamente 5-7 siti a settimana di operatori che operano abusivamente sul mercato. Pertanto c'è anche chi controlla e che continua a chiudere l'attività di questi broker che poi sotto altri nomi rinascono di nuovo.

Tra l'altro una curiosità Andrea: ma secondo te questi professionisti sono magari ex trader che hanno avuto delle disavventure finanziarie che in qualche modo, con un tentativo di rivalsa, si ripropongono sul mercato con questa modalità? Oppure è veramente gente che magari così, impara tre o quattro termini particolarmente accattivanti e quello basta per poter far cadere nella loro rete tutte queste persone che appunto poi purtroppo ci cadono?

ANDREA

A essere sincero non l'ho mai vista così. Adesso mi poni il dubbio però no, non credo sinceramente che siano ex trader o trader truffati che si rivestono da carnefici in questo caso. Penso che siano professionisti della truffa e come tali studino a tavolino quello che devono fare. Come dire, il rapinatore di banca non è per forza l'ex impiegato che era vessato dal capo. È un rapinatore di banca che ha fatto della rapina in banca la sua professione. Quindi penso che siano truffatori.

Poi dopo chiunque sia alla fine poco cambia, perché comunque i soldi se li portano via. Le competenze che hanno sono minime nel campo del trading, ma talmente basse... Perché imparano uno script a memoria di qualche avvenimento e vanno sui temi caldi del momento, quelli che possono incuriosire, quelli che possono avere più appeal nei confronti delle persone. Nel mio caso era il petrolio in quel momento perché c'era un grosso movimento. Di solito ultimamente sono le criptovalute. Si sa, tutto quello che suona meglio alle orecchie della vittima.

DEBORA

Speriamo di aver dato allora tutte le raccomandazioni per poter respingere quanto più possibile ogni tentativo di truffa ai nostri danni operata da questi soggetti.

Prima di salutarci un'ultima informazione di servizio. Per tutti gli studenti dell'Accademia Unger che volessero approfondire ulteriormente i concetti che abbiamo esplorato in questa conversazione, si può ordinare sul sito della Unger Academy il libro di Andrea Unger sul Metodo Unger. Vi arriva regolarmente a casa, è gratuito e si pagano solamente le spese di spedizione. Quindi buona lettura a tutti.

 

Vuoi più aiuto? Prenota oggi la tua consulenza GRATUITA con il nostro team!

Definiremo una strategia che ti permetterà di avere tutto quello che ti serve per guadagnare costruendo e operando il tuo portafoglio di strategie automatizzate... Rispondi a qualche domanda nel nostro questionario e poi scegli giorno e ora più adatti a te.

PRENOTA ORA LA TUA CONSULENZA STRATEGICA >>

Andrea Unger

Ciao, sono Andrea Unger, Trader professionista dal 2001 e unico a vincere per ben 4 volte il Campionato del Mondo di Trading con denaro reale.

Grazie a questi risultati sono spesso invitato come relatore in convegni in Europa, Stati Uniti e Asia. 

Sono inoltre autore di diversi libri, tra cui il primo in Italiano sulla Gestione del Rischio nel Trading, tradotto anche in Cinese e Inglese.

Metto a disposizione decenni di esperienza, di prove, di vittorie e sconfitte con le quali ho ideato un metodo scientifico, sistematico, replicabile e universale con cui, in soli 4 anni, più di 1.000 trader sono riusciti a rendersi autonomi.

Devi sapere infatti che gli studi dimostrano che solo il 25% dei trader guadagna, ma di questi ben il 90% lo fa con il trading sistematico...

Come mai allora i formatori insegnano quasi sempre solo il trading discrezionale? 

Non ti insegno a diventare ricco in poco tempo, ti insegno una professione che, con il duro lavoro, la passione, e sufficienti capitali potrebbe diventare la tua principale fonte di reddito.