Trading Hero: Intervista a Pierluigi Tozzi – 25.000€ in 8 Mesi

di Andrea Unger

Vuoi più aiuto? Prenota oggi la tua consulenza GRATUITA con il nostro team!

Definiremo una strategia che ti permetterà di avere tutto quello che ti serve per guadagnare costruendo e operando il tuo portafoglio di strategie automatizzate... Rispondi a qualche domanda nel nostro questionario e poi scegli giorno e ora più adatti a te.

PRENOTA ORA LA TUA CONSULENZA STRATEGICA >>

Pierluigi, uno dei nostri studenti migliori, racconta la sua avventura nel trading e come ha guadagnato oltre 25.000€ in 8 mesi applicando il Metodo Unger.

Pierluigi è un ingegnere meccanico ma ha sempre avuto il pallino dell'informatica. Ha iniziato a dedicarsi al trading nel 2001, studiando analisi tecnica e fondamentale da autodidatta e adottando quindi un approccio discrezionale.

Il suo problema principale erano i risultati altalenanti e generalmente inferiori alle sue aspettative, che non gli sembravano sufficienti a ripagarlo di tutte le energie e il tempo che dedicava al trading.

Questa e altre difficoltà lo hanno spinto a passare al trading sistematico e ad iscriversi alla nostra Academy.

Ascolta la sua storia e scopri come il Metodo Unger™ lo ha aiutato a risolvere i suoi problemi di trading!

Buona visione!

Trascrizione

Ciao a tutti! Sono Valeria della Unger Academy e oggi ho il piacere di parlare con Pierluigi, che è uno dei nostri nuovi Trading Hero, quindi uno dei nostri migliori studenti perché ha fatto 25.000€ in 8 mesi. Ci faremo raccontare un po' come ha fatto, com’è andata e la sua esperienza in generale con noi. Quindi ciao Pierluigi, benvenuto.

Ciao Valeria, ciao a tutti.

Come stai?

Bene, bene grazie.

Ci siamo già un po' parlati quindi vabbè, ok, so che sei impegnatissimo tra lavoro, famiglia, studio di notte, mi dicevi. Visto che ho già anticipato qualcosa.

Parlaci un po' di te, cosa fai nella vita e di cosa ti occupi.

Sono ingegnere meccanico e lavoro per una grossa multinazionale a Firenze. In passato ho lavorato anche in Formula Uno, ho fatto un'altra esperienza interessante anche in passato, e da diversi anni sono appassionato di trading. L'ho fatto da autodidatta, ho iniziato a studiare intorno al 2001 o giù di lì e poi negli anni mi sono sempre più appassionato e in maniera... con un approccio diciamo discrezionale, di analisi tecnica e fondamentale ho provato negli anni a sviluppare questa attività però con risultati altalenanti. Per cui non ero pienamente soddisfatto di quello che facevo prima di conoscere voi.

Ok, beh il 2001 come Andrea alla fine, perché Andrea a livello professionale ha iniziato proprio nel 2001, quindi stesso periodo. Ok, quindi hai provato un po' il discrezionale e mi dicevi, risultati un po' così.

Sì, risultati molto altalenanti. Periodi positivi e periodi negativi però senza riuscire ad avere una costanza, che poi è quello che magari ti dà anche la tranquillità e la sicurezza di fare questa attività. Quindi non ero molto soddisfatto di quello che facevo perché appunto non riuscivo a renderlo stabile. Visto che l'intenzione era di avere un reddito parallelo a quello che può essere il mio lavoro principale, diventava un impegno che però non portava i frutti che volevo. Quindi stavo cercando un modo di migliorare e devo dire che l'ho trovato poi nel One Year Target.

Abbiamo visto!

Quale problema avevi prima di aderire al nostro programma?

In parte me l'hai già detto.

Ecco esatto, in parte questo appunto, non avevo, diciamo, un approccio molto sistematico, nel senso molto preciso nel fare trading. Avevo sicuramente delle basi di analisi tecnica e analisi fondamentale però approcciavo il mercato in maniera discrezionale. Soprattutto non avevo una gestione del rischio adeguata, mi sono reso conto poi dopo.

Andrea ci tiene particolarmente.

Infatti, una delle cose principali che ho imparato e che mi è servita molto è quella: position sizing, money management. Li conoscevo come concetti ma mi sono reso conto che non li applicavo in maniera corretta, quindi era quello che mi mancava e che mi ha dato poi…

La svolta…

In più diciamo per riuscire ad avere risultati migliori. Oltre al fatto appunto di passare a un'operatività sistematica e quindi non più discrezionale.

Quindi anche cambiare proprio la tipologia, di stare davanti al computer, la solita cosa che...

Esatto, non dover stare per forza a seguire il grafico o analizzarlo in maniera soggettiva.

È un problema di molti che passano dal discrezionale al sistematico da quello che sentiamo. Alla fine è quella la cosa principale, tra le altre cose come hai già detto.

Come mai hai scelto di aderire proprio al nostro programma rispetto ad altri programmi?

Beh, sicuramente mi sono un po' informato al momento. A seguito di una chiacchierata con un mio amico che da poco si era buttato nel trading e mi ha detto che avrebbe dovuto iniziare con il trading sistematico, mi si è accesa un po' una lampadina. Perché in realtà avevo già avuto un'esperienza agli inizi della mia esperienza nel trading con la programmazione di sistemi per operare, però probabilmente a quei tempi era molto agli albori per cui non mi aveva convinto. L'avevo un po' lasciata in disparte. Quindi quando lui mi ha parlato di questo mi si è un po' riaccesa la lampadina. Mi sono informato e ho trovato, fra la miriade di offerte che si possono trovare anche in rete su corsi e proposte varie, ho trovato in Andrea un qualcosa di serio, professionale. Ho visto anche la sua storia, mi sono informato su quello che ha fatto. Ho visto che ha messo in pratica quello che insegna e questo mi ha convinto che poteva essere una cosa che fa per me. E devo dire che poi ho ritrovato nel corso tutto questo. Quindi professionalità e concretezza.

C'è qualcosa in particolare nel nostro programma che ti ha aiutato, perché è stato così efficace per te?

Sicuramente è strutturato bene, proprio anche come è impostata la scaletta del corso. Lo vedo adatto sia a una persona che inizia da zero che a qualcuno come me che magari aveva già delle basi su diversi argomenti. Permette facilmente di integrare quelle che possono essere le lacune di ognuno. Per esempio nel mio caso era la gestione del rischio, il money management, questa parte qua che ho trovato facilmente fruibile e spiegata in maniera semplice, con esempi che aiutano facilmente a entrare in argomento. Quindi l'ho trovato impostato bene quindi mi sono trovato bene.

Ti sei trovato bene. Mi dicevi che alcune cose già... La programmazione, tipo, un po' l'avevi già di tuo...

Sì, non dedicata al trading però io sono sempre stato un mezzo informatico. Sono ingegnere meccanico ma ho scelto... Al momento di scegliere ingegneria ero quasi propenso a fare informatica quindi sono anche un mezzo informatico.

Ok, da quello che hai potuto vedere pensi che sia comunque abbastanza semplice anche se non avessi avuto le basi di programmazione che c'hai?

Sì sì, sicuramente. Anche a livello di programmazione non è un linguaggio di programmazione per programmatori. Easy Language per esempio appunto è un linguaggio...

...easy...

Esatto, già dal nome si spiega da sé, Non è pensato per programmatori ma per chi fa trading. Quindi non è complicato. C'è una logica ovviamente che va seguita, ci sono delle regole, ma nulla di complicato.

Ok.

Dopo aver applicato quanto hai appreso nel programma che risultati hai ottenuto?

Appunto come dicevamo sono partito dopo aver completato il corso in circa 3 mesi, studiando la notte, appunto, perché il tempo non c'era mai. Ho messo in pratica i primi sistemi intorno a febbraio. Dopo già 3-4 mesi avevo quasi raggiunto i 20.000€, quindi ero partito col botto. Poi però ho avuto un periodo di drawdown perché mi sono reso conto a posteriori che i sistemi erano ancora un po' grezzi, dovevano essere ancora un po' affinati, e li ho appunto sistemati. In poco tempo ho recuperato e in 8 mesi sono riuscito ad arrivare a questo target di 25.000, e adesso ho dei sistemi molto più stabili per cui confido che da qui a fine anno si possano raggiungere anche obiettivi più alti.

Complimenti per il risultato, perché poi mi dicevi che hai iniziato a studiare e dopo poco sei arrivato già a mettere in pratica.

Sì, ecco, avevo già un po' delle basi quindi sono riuscito a mettere subito live i miei sistemi. Non ho aspettato molto. La parte di valutazione prima di metterli live è stata piuttosto breve perché mi sentivo in grado comunque di poterli seguire anche mentre giravano live, quindi sono andato direttamente live. Magari per uno che parte un po' più da zero c'è bisogno di un attimo di rodaggio all'inizio.

Ovvio. Quindi tu li hai messi live e poi ti sei accorto, man mano sei riuscito a sistemare e appunto ad affinare quello che andava...

Sì ecco, li ho messi subito live ma li seguivo quasi come se stessi facendo discrezionale, nel senso che comunque seguivo quello che facevano per verificare se effettivamente si comportavano come pensavo. E quindi inizialmente è andata benissimo. Poi c'è stato il periodo in cui mi sono accorto che c'erano delle cose da sistemare. Le ho sistemate e adesso va bene.

Che poi comunque il drawdown, eccetera, credo che te lo aspetti.

Per me è stato un po' più di quello che mi aspettavo per cui mi sono reso conto che dovevo affinare un po' la gestione.

Ok, lì c'era un problema da sistemare.

E com'è cambiata la tua vita da quando hai raggiunto questo risultato? 

In generale diciamo che con questo nuovo approccio che ho al trading sono sicuramente più tranquillo nel farlo. Ho molta meno ansia nell'operare perché appunto adesso sono più padrone di quello che faccio e dei sistemi che metto live. Mi rendo conto che sono in grado di gestire quello che non va, perché appunto adesso ho gli strumenti grazie al corso e prima non li avevo, quindi sono molto più tranquillo nell'operare. E ovviamente ho più tempo da dedicare ad altro perché una volta che l'infrastruttura e i sistemi sono a posto... Non si possono lasciare completamente soli perché chiaramente vanno seguiti, però non devo star neanche sempre lì a controllare, magari dal cellulare o dal computer, come sta andando, perché comunque so che il sistema sta facendo quello che deve fare.

Quindi è proprio cambiato anche a livello di tranquillità, di emotività.

Sì, il cambiamento principale è quello. Nell'operare sono molto più tranquillo. C'è molta meno ansia nel gestire le operazioni, perché so che ci sono delle regole che ho definito e sono quelle.

Perfetto.

Dove pensi che saresti in questo momento se non ti fossi deciso ad aderire al nostro programma?

Difficile dirlo, ma probabilmente forse avrei anche abbandonato il trading, non lo so. Perché ero in un periodo in cui appunto non riuscivo a trovare la quadra per avere tranquillità nel farlo e quindi probabilmente o sarei ancora lì a sbattere la testa per trovare una soluzione oppure avrei abbandonato.

Ok, beh abbandonato dopo tutti questi anni e tutto quello che ci hai messo?

Beh no, forse abbandonato no, però avevo proprio bisogno trovare quello che poi ho trovato.

Poi vabbé, capisco che anche, in effetti, anche se è una cosa che fai da anni però non ottieni dei risultati, o comunque sono molto altalenanti ti logora, cioè nel senso proprio...

Esatto, quello principalmente, sì.

Cosa diresti a chi si ritrova a guardare questa intervista e magari non sa ancora o è indeciso se aderire o meno al programma?

Allora, beh sicuramente è un programma che ritengo più che valido. È strutturato bene sia per una persona che deve iniziare da zero che per chi magari già ne sa e può comunque trovare degli spunti interessanti e imparare molto, perché oltre ad Andrea ci sono altri collaboratori che sono altrettanto preparati e professionali. Ho avuto modo non di partecipare in diretta ma comunque di seguire le varie coaching call che ci sono settimanalmente, e si trovano risposte a tutte le domande, a qualsiasi dubbio. Quindi anche quello è un grosso valore aggiunto del corso perché oltre alla parte che si può fruire online, il supporto settimanale per poter chiarire i dubbi che vengono nel mettere in pratica quello che si impara è fondamentale. Quella sicuramente è una cosa che dà un valore aggiunto importante per uno che si deve approcciare ad imparare un mestiere alla fine, perché alla fine si tratta proprio di un mestiere.

Ah sì sì, assolutamente.

Avere qualcuno di veramente competente che ti può sopportare su ogni argomento è fondamentale, quindi lo consiglio.

Bene.

Se vuoi aggiungere qualsiasi altra cosa fai pure, però mi hai già detto tutto e ti ho fatto anche la domanda extra quindi…

Ci siamo detti tutto.

Ti ringrazio per avermi dedicato un po' del tuo tempo oggi.

Grazie a voi.

Complimenti ancora, ci risentiamo più avanti e tienici aggiornati con i nuovi risultati magari che otterrai più avanti. Grazie tante e ci vediamo, alla prossima.

Grazie a voi. Ciao a tutti.

Vuoi più aiuto? Prenota oggi la tua consulenza GRATUITA con il nostro team!

Definiremo una strategia che ti permetterà di avere tutto quello che ti serve per guadagnare costruendo e operando il tuo portafoglio di strategie automatizzate... Rispondi a qualche domanda nel nostro questionario e poi scegli giorno e ora più adatti a te.

PRENOTA ORA LA TUA CONSULENZA STRATEGICA >>

Andrea Unger

Ciao, sono Andrea Unger, Trader professionista dal 2001 e unico a vincere per ben 4 volte il Campionato del Mondo di Trading con denaro reale.

Grazie a questi risultati sono spesso invitato come relatore in convegni in Europa, Stati Uniti e Asia. 

Sono inoltre autore di diversi libri, tra cui il primo in Italiano sulla Gestione del Rischio nel Trading, tradotto anche in Cinese e Inglese.

Metto a disposizione decenni di esperienza, di prove, di vittorie e sconfitte con le quali ho ideato un metodo scientifico, sistematico, replicabile e universale con cui, in soli 4 anni, più di 1.000 trader sono riusciti a rendersi autonomi.

Devi sapere infatti che gli studi dimostrano che solo il 25% dei trader guadagna, ma di questi ben il 90% lo fa con il trading sistematico...

Come mai allora i formatori insegnano quasi sempre solo il trading discrezionale? 

Non ti insegno a diventare ricco in poco tempo, ti insegno una professione che, con il duro lavoro, la passione, e sufficienti capitali potrebbe diventare la tua principale fonte di reddito.