Come guadagnare facendo trading part-time nel 2022 – è possibile?

CONTENUTI

    Negli ultimi anni, sempre più persone hanno guardato al trading come ad una possibile fonte di guadagno. Tra questi c’è chi ha deciso di diventare un trader a tempo pieno, magari abbandonando il proprio lavoro per diventare un professionista del settore.

    Ma molte altre persone, non volendo o non potendo abbandonare il proprio lavoro, spesso si chiedono: è possibile guadagnare facendo trading part-time, magari creando una sorta di secondo stipendio?

    Come sempre, la risposta a questa domanda non è bianca o nera.

    È sicuramente possibile creare delle entrate economiche aggiuntive facendo trading part-time, e nella Unger Academy abbiamo molte storie di successo da questo punto di vista.
    Tuttavia, non bisogna crearsi false illusioni: fare trading a tempo pieno non è una bacchetta magica che ci rende ricchi in modo facile e veloce, e a maggior ragione non lo sarà nemmeno il trading part-time.

    In questo articolo vedremo quindi quali sono le condizioni e le avvertenze che devi tenere a mente se ti aspetti di guadagnare facendo trading part-time.

    Per fare trading part-time è necessario studiare

    Forse saremo un po’ noiosi, ma è meglio ripeterlo una volta in più piuttosto che una volta in meno. Il trading non è un’attività banale dove i risultati arrivano grazie a scorciatoie e trucchetti.

    Per guadagnare cifre rilevanti è importante sviluppare sia abilità tecniche, sia capacità di gestione delle emozioni.

    Sono competenze alla portata di chiunque abbia un'intelligenza nella media, infatti non stiamo parlando di prendere una laurea in fisica o di gestire una multinazionale. Tuttavia, non sono nemmeno abilità che si imparano in due giorni, dato che necessitano di un processo di studio e applicazione serio e costante.

    Ed è vero a maggior ragione se consideriamo che con il trading part-time è più difficile raggiungere buoni risultati rispetto al trading full-time, come spiega Andrea Unger in questo video.

    Seconda entrata sì, secondo stipendio no

    Per definizione, uno stipendio è fisso e regolare. Con il trading part-time si possono creare delle entrate secondarie anche abbondanti, ma di fisso e regolare non ci sarà mai nulla.

    Il trading è per sua natura un’attività con un certo margine di rischio. E sebbene sia possibile imbastire strategie dove il rischio viene minimizzato, eliminarlo del tutto non è realistico.

    Questo significa che è impossibile ottenere dei risultati che siano costanti nel tempo. Ci saranno mesi in cui guadagnerai di più, altri in cui guadagnerai di meno, altri in cui perderai soldi. Nemmeno i trader migliori al mondo riescono ad evitare del tutto le perdite.

    Questa incertezza fa parte del gioco e quindi se sei alla ricerca di una soluzione che ti garantisca un’entrata fissa e regolare, come un vero secondo stipendio, probabilmente il trading non fa al caso tuo.

    Comincia a fare trading sistematico

    trading sistematico soluzione per fare trading part timeAbbiamo già sottolineato come il trading sia un’attività complessa e a volte anche stressante. Lo è ancora di più se alle spalle abbiamo una giornata di duro lavoro.

    Ora, immagina di tornare a casa e di doverti sedere di fronte a un monitor per altre due o tre ore, analizzare un grafico dopo l’altro e sperare di avere la lucidità necessaria per prendere le decisioni corrette.

    Questo è ciò che ti aspetta se fai trading part-time con un approccio discrezionale, cioè se implementi la tua strategia inviando tutti gli ordini al broker manualmente. Questo è un approccio che noi sconsigliamo, non perché sia in assoluto impossibile guadagnare soldi, ma perché le probabilità di farlo dipendono moltissimo dal talento personale.

    Ci sono infatti trader che hanno una capacità straordinaria nell’interpretare il mercato e nel rimanere lucidi anche quando sono esausti, e queste persone possono effettivamente permettersi di sedersi di fronte ad un computer nel dopo-lavoro e inviare manualmente ogni singolo ordine.

    Ma il talento purtroppo non si può replicare o insegnare. Il nostro consiglio è di non fare affidamento sulla speranza di essere quel trader su un migliaio che ha un talento innato, perché le probabilità non sono dalla tua parte.

    Oltretutto, anche se avessi questo talento individuale, si tratta comunque di un approccio logorante e poco sostenibile nel lungo termine.

    È per questo che noi sconsigliamo il trading discrezionale e favoriamo il trading sistematico o algoritmico, cioè il metodo di trading che utilizziamo anche nella Unger Academy per essere profittevoli sui mercati senza passare ore e ore davanti ad un monitor.

    Questo approccio consiste nel creare una serie di comandi che vengono poi eseguiti dal computer in automatico, appena si realizzano determinate condizioni e senza bisogno di intervenire manualmente.

    Utilizzando l’approccio sistematico puoi creare strategie di trading che lavorano 24 ore al giorno anche se il tuo tempo è molto limitato.

    Tornando all’esempio di prima, al posto di arrossarti gli occhi davanti a mille grafici nelle 2 ore che riesci a dedicare al trading, puoi programmare una strategia che continuerà a lavorare anche quando non ci sei.

    Conclusione

    Guadagnare facendo trading part-time è possibile, ma per farlo è necessario investire nella propria formazione ed essere consapevoli che eventuali profitti non saranno mai regolari e fissi come un secondo stipendio.

    Infine, se vuoi cominciare a fare trading part-time ti consigliamo fortemente di optare per il trading sistematico. Questo approccio ti consentirà di sopperire al poco tempo che hai a disposizione grazie alle automazioni del computer. Inoltre, le tue operazioni di trading saranno meno influenzate dalla stanchezza o dalle emozioni accumulate nel corso della giornata, e quindi le tue probabilità di fare errori diminuiranno.